Paolo Ottone

biografia

Gli studi accademici costituiscono solo una parte della sua formazione che avviene attraverso viaggi ed esplorazioni che lo conducono in varie parti del mondo: qui, entra in contatto con gallerie, artisti e ambienti artistici eterogenei. La curiosità, il desiderio di approfondire culture - anche visive- differenti, caratterizzano fin da giovanissimo il suo percorso si traducono in un approccio aperto alle sperimentazioni e originale negli e siti creativi. Grazie alla sua vocazione cosmopolita, ha avviato collaborazioni con gallerie e fondazioni italiane ed estere e i suoi lavori sono presenti in varie raccolte internazionali, alcune negli Stati Uniti, dove ha soggiornato ripetutamente

poetica

Scolpire l’immaginazione. Il punto di arrivo di una riflessione ventennale sulla forza espressiva e luministica di Medardo Rosso declinata ora in chiave contemporanea, è rappresentato dagli ultimi lavori di Paolo Ottone, la serie Underwater: qui, Ottone, cerca di dare forma alle soglie dell’invisibile, con la sua scultura tocca i confini sfuggenti tra umano e metafisico, tra reale e invisibile. Si tratta di una sequenza di volti scolpiti a pelo d’acqua, colti nell’istante che precede l’immersione. Un momento in cui i protagonisti sono sospesi tra l’universo umano e il mondo marino dominato dall’acqua e dai suoi moti ondulati. Un momento paradigmatico in cui l’artista arriva a un modellato estremo in cui il riflesso si anima e si materializza, prende la sostanza e il corpo della materia originaria. Un virtuosismo medardiano in cui il riflesso mantiene consistenza materica e riesce anche a simulare le proprietà deformanti e disgreganti dell’acqua. Ne nasce un’opera dal grande impatto visivo, capace di rendere istantanea sia l’emozione percettiva sia l’azione modellante della luce che, colpendo l’acqua, diventa generatrice di forme.

Guarda le opere dell'artista
Mostre personali

2014 City Escape, Spazio Kursal, San Benedetto del Tronto, a cura di Cristina Marconi 2010 Pool Room, Alexander Museum Palace, Pesaro 2009 Pool Room, spazio People, Ascoli Piceno, a cura di Cristina Marconi

Mostre collettive

2019 Collateral Beauty, Paratissima, Torino 2017 Galleria Puccini, Ancona Galleria Paola Zucchini, Potenza 2009 pittura e scultura, Fortino napoleonico, a cura della Galleria Ferroni, Ancona 2005 Arte Roma, Chiostro del Bramante, Roma 2004 Mostra del premio "telaccia d'oro", Montecarlo, con la galleria La Telaccia di Torino

Fiere

2019 Reggio Emilia 2011 ArtVerona con la galleria Dante Vecchiato di Padova

premi\pubblicazioni

2009 finalista del premio Città di New York 2006 premio "Arte Roma" 2004 premio Telaccia d'oro