close icon
HOMEshopartistichi siamocontatti
0
EnglishItalian

Alberto Gulminetti

Bio

Alberto Gulminetti nasce a Torino nel 1988 e si appassiona al disegno e all’arte fin da subito.

Dopo il liceo artistico insegue le sue passioni fino a Roma - dove vive tutt’ora - per studiare all’Accademia di Cinema Act Multimedia, e in seguito all’Accademia di Belle Arti, dove si laurea nel 2017.

Lavora con la pittura, il video e l’arte digitale.

Nel biennio 2018/19 frequenta lo studio dell’artista Mario Salvo dove prende lezioni di pittura a spatola, tecnica che porta il nome di spatola stratigrafica.

poetica

La parola che meglio traduce la mia ricerca è Immagine. Il significato profondo e ancestrale dell’Immagine è alla base della mia ricerca artistica.

Sono una persona di tipo visiva, mi piace lavorare a 360° con la pittura, il video, l’arte digitale.

Credo che non si possa arrivare a una verità assoluta sul significato delle immagini – di tutte le immagini, e quindi dell’Immagine ultima: il concetto di Rappresentazione.

Ma.

Ma con il gesto e il colore che metto su tela aggiro la verità e compongo dubbi, che in termini visivi consiste nel creare immagini non riconoscibili. L’Astratto è una forma di linguaggio prima del linguaggio, ci porta in uno stato di pre-conoscenza, lo stato in cui si trovano i neonati, uno stato in cui è ancora possibile scoprire qualcosa ed entusiasmarsi.

Il Bene e il Male sono astratti, la Verità è astratta. Tutti questi concetti, fondamentali nella vita, sono astratti: l'astrattismo ha a che fare con concetti assoluti, lascia spazio all'immaginazione tanto quanto alla riflessione. Il mio rifiuto della Rappresentazione, ovvero il trasmettere attraverso la pittura forme a noi conosciute, è un rifiuto totale, cosmico, inquieto e quasi ottuso, di tutto ciò che la società ci chiede di tenere conto.

L’arte ispiratrice del mio lavoro è l’astrattismo del secondo dopoguerra, degli anni ‘50, ‘60, ‘70, americano ed europeo. Artisti quali Nicolas De Stael, Jean Paul Riopelle, Afro Basaldella, Hans Hofmann, Helen Frankenthaler, Sean Scully e molti altri permeano il mio lavoro.

Le mie composizioni nascono da elaborazioni spontanee e gestuali di accostamenti cromatici, in parte decisi in fase di progettazione e in parte seguendo il flusso di coscienza del momento pittorico.

I livelli di colore si sovrappongono, e la cromia che ne deriva dipende fisicamente dalla pressione della mano che esercito sulla spatola, e spiritualmente da ciò che i miei occhi osservano e scoprono in quel momento. Le composizioni che si vengono a creare nascondono un equilibrio tra ordine e caos: sono sia pulite, per le cromie brillanti e dai toni in genere vivaci, che sporche, perché il segno che cerco non è definito, ma vago.

Stratigraphic Composition n°16
acrilico su tela
Alberto Gulminetti

le opere

Stratigraphic Composition n°16
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 580.00 
Stratigraphic Composition n°7
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 650.00 
Stratigraphic Composition n°8
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 650.00 
Architettura
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 580.00 
Stratigraphic Composition n°16
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 580.00 
Stratigraphic Composition n°7
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 650.00 
Stratigraphic Composition n°8
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 650.00 
Architettura
Alberto Gulminetti
acrilico su tela
€ 580.00 

mostre
ed eventi

mostre personali

2020

“Stratigrafia dell’inconscio”, pittura, presso Area Contesa Art Gallery;

2014

"Chagall Reloaded - a glitch promenade”, video/gif; a cura di Chiara Passa, presso la Widget Art Gallery (galleria online);

mostre collettive

2022

“Arti e Saperi”, pittura, presso Villa dei Romani (Guidonia Montecelio), a cura di Gerardo Lo Russo;

2021

“Biennale Internazionale dei Castelli Romani-Nemi”, pittura, presso Palazzo Ruspoli a cura di Rossella Brecciaroli;

“Premio OpenArt 2021”, pittura, presso la Biblioteca Angelica di Roma, a cura di Gianluca Morabito;

2020  

mostra online “IN=OUT”, pittura, a cura di Accademia dei Romani;

“Miscellanea”, pittura, presso la galleria Area Contesa Arte (via Margutta / Roma);

“Miscellanea”, pittura, presso la galleria Area Contesa Arte (via Margutta / Roma);

“Assolutamente Arte”, pittura, presso la galleria Area Contesa Arte (via Margutta / Roma);

2013

"L'Invisibile nel Visibile", installazione interattiva, presso la Chiesa Santa

Fiere

altro

Premi

2021

Premio Van Gogh, pittura, arrivato tra i primi 10, sul portale Pitturiamo;

2020

Premio Emana Arte, pittura, menzione speciale al merito artistico;

2019

Premio Art-E, vincitore primo

Pubblicazioni

2020

sono inserito sul catalogo ufficiale CAM n°56 (Catalogo Arte Moderna), ed. Mondadori;

2018

"Transmedia: Storie senza fissa dimora" articolo a firma mia pubblicato sul portale Arshake;

"Transmedia: Storie senza fissa dimora" articolo a firma mia pubblicato sul portale Roma Italia Lab;

2014

"Chagall Reloaded - a glitch promenade at the Widget art

By clicking “Accept All Cookies”, you agree to the storing of cookies on your device to enhance site navigation, analyze site usage, and assist in our marketing efforts. View our Privacy Policy for more information.
Ruota il telefono in verticale o usA uno schermo più grande per una fruizione ottimale del sito!
grazie!